Ricerca

Prof. Giovanni Ralli

Prof. Giovanni Ralli

  • Università "La Sapienza" di Roma
  • Specialistica Otorinolaringoiatria
  • Email gralli@libero.it

Otosclerosi unilaterale: utilità della TC Aprile 2015

Lo scopo dello studio è quello di verificare l'utilità della TC nei casi con ipoacusia  trasmissiva unilaterale con timpanogramma normale e assenza dei riflessi stapediali . Questa condizione è suggestiva per una diagnosi di otosclerosi unilaterale da confermare con una timpanotomia esplorativa.

Sono state esaminate le cartelle cliniche di  25 pazienti, osservati consecutivamente, con ipoacusia trasmissiva unilaterale,  timpanogramma normale e assenza dei riflessi stapediali nel lato affetto .

Tutti i casi sono stati sottoposti a TC dell'orecchio medio e mastoidi .( caratteristiche della strumentazione ).

I risultati radiologici confermano la diagnosi di otosclerosi nell'80% dei casi . In questi ultimi, il 30% risultava avere un impegno otosclerotico bilaterale .


Prodromi alla crisi vertiginose dei pazienti con malattia di Menière Aprile 2015

L'obiettivo dello studio è valutare il periodo prodromico alle crisi vertiginose dei pazienti menierici


Cinetosi e malattia di Menière Home Attività Didattica Ricerca Prof. GIOVANNI RALLI Professore dell'Università di Roma "La Sapienza" Email: gralli@libero.it Full Text Full Text Full Text Full Text Full Text Aprile 2015

Recentemente il rapporto tra la motor sickness e alcune labirintopatie è stato oggetto di  un maggiore interesse scientifico  . 
Lo scopo della ricerca è valutare lo stato di motor sikness (cinetosi) nei malati di malattia di Menière. 

Per approfondire l’argomento sono stati interpellati 25 pazienti con malattia di Meniere definita in cura da tempo. A tutti è stato proposto il  questionario MMSSQ-Short elaborato per valutare lo stato cinetosico da bambino e nell’età adulta. Il questionario prevede una serie di semplici domande  riguardanti la sensibilità al movimento. Il questionario è stato proposto contemporaneamente a 25 soggetti  non affetti da malattie vertiginose.
Il 30% dei pazienti menierici intervistati hanno ricordato una particolare sensibilità al movimento in età infantile e adolescenziale. Il 20% riferiva il permanere della motor sickness in età adulta.  
Il dato è sensibilmente superiore a quello riscontrato nel gruppo di controllo.
Quanto evidenziato può avere implicazioni patogenetiche riguardo il ruolo della motor sickness nella attivazione della crisi menierica. Tale osservazione implica  alcune considerazioni terapeutiche .
   




Art design by Pixwork